Itinerari attraverso la Città

Questa pagina è designato per la descrizione della città e dei suoi monumenti invitato a ricreare e scoprire la capitale della Banca. Si dovrebbe andare solo con le tre proposte qui descritti, e se volete maggiori informazioni su itinerari e monumenti, Con un semplice clic sulle parole colorate si possono ottenere.

Io. ALZIRA IN UN GIORNO
Si consiglia come punto di partenza del nostro viaggio come un viaggiatore si avvia nel parcheggio di chiamata Arabia Saudita. Impostare in cima al viale Luis Sufier, ci permetterà di osservare l'immediatezza di Xuquer (Júcar), fiume che un tempo circondata Alyazirat, ed ecco un 255 m pareti murate e torrette, restaurato 1973, terreni di un ex islamico. Da questo punto siamo in grado di localizzare contro la Guardia Civil caserma a sesto acuto in stile gotico, reliquia della demolita chiesa di Santa Maria. Una diagonale che una volta che collega i due ponti di pietra che attraversano reso possibile Vila apre oggi. Rendere le strade di Santa Maria Maggiore, Santa Llúcia, Sant Roc, y Santa Catalina.

Il Vila, Attualmente in rovina dalle recenti inondazioni 1982 e 1987, accolto dal nucleo urbano murato di maggiore eccellenza e personalità della città. Il passante può scoprire facciate tipiche case rurali e campioni historiacismo modernisti legati alla nobiltà terriera. Vi consigliamo di stare di fronte a due porte: l'dell'ex convento di loro e le Llúcies numero 29 calle Sant Roc. Il primo, che ha portato in ospedale originale Alzira, è legata alla magnanimità di mecenati Pere Esplugues. Dalla facciata rinascimentale sarebbe nota lo scudo sbarrata Vila; secondo, l'armonia dei suoi segmenti. Tra le altre numerose immagini di ceramica volte (patronímicas stazioni della Via Crucis), Pochi rimangono da 1882. Arrivo a doppie Sostituisce il Carbo-suffragio e Casassus, che ci permetterà di vedere in tutta la sua magneficiencia la Sala di Alzira. Costruito tra gli anni 1547 e 1603, acoje crepitava nei suoi elementi gotici nobili, Rinascimento e Barocco. Si consiglia una rapida visita all'interno, che in gran parte includere il Salone Nobile e l'Archivio Comunale. Il Lounge, situato al primo piano, ospita una ricca collezione di opere d'arte.

Pala di San Silvestre risalente 1597 Vincent dipinto da Requena e accuratamente restaurato 1992. Ad accompagnare questo pezzo primo ordine, Circle gotico Apostolato maestro Villahermosa, e varie tele che compongono il percorso ontologicamente Alzireño Teodor Andreu Sentamans. Una monumental “Immacolato”, estinto dal convento di Santa Barbara, E 'il miglior pezzo di scultura. Nella Plaza de Santa Catalina , di fronte al Monumento alla Costituzione, vecchio monumento ristrutturato Leonardo Borras, Facciata barocca del tempio omonimo sale a piazza. La struttura,, di architettura eclettica, Gothic soddisfa determinati tratti di armonia, Rinascimento e Barocco. Conservato in costiera, documentata secondo la tradizione storica, in bronzo-sculture, le reliquie dei fratelli saraceni Sant Bernat, Mary e Grace, patroni della città. Attaccato alla parte anteriore che cade alle piazze di Suffragio-Carbó, impressionante, per il suo equilibrio rischioso, Il campanile del tempio. A piedi l'ultimo miglio della Carrer Major, accedere Santi Patroni viale per raggiungere un'isola, in cui sussistono edículos dell'ex ponte di Sant Bernat. Esse si dividono in due casilicios coronati da sculture di invocazioni maschili e femminili, San Bernat, Mary e Grace. Cresciuto in 1717 dai canoni Jaume Cervera e Nicolau Bas, sono stati intagliati, dai disegni di Leonardo luglio Capuz, da Francisco Vergara Vell. Rovina in 1936, Antoni Ballester ristrutturato sculture perse o mutilati, che sarebbe stato scolpito nella bottega di Elies Cunat.

Se continuiamo il nostro viaggio a piedi, Potete vedere la sezione chiosco della Plaza Mayor, eseguito nella bottega di X. Claur, che ha portato nell'iconografia ceramica Alzira ricreato da Ricardo Alzireño Fluixà. Questo pittore ha la Cooperativa “Agricolo”, una straordinaria collezione di paesaggi storici locali. Potremmo anche consigliamo di visitare il Circolo Alzireño, comunemente chiamata dai suoi origini come la Gallura. Questo edificio colossale, fronte delle Scuole Pie, testimonianza allo splendore della alzireña nobiltà terriera. La costruzione iniziò nel 1885, visualizzati in arabo e sale Valenciano dell'eclettismo storicistico, Scuole Pie (ex convento di Sant'Agostino, 1270-1936) Attualmente ospita gli uffici della Casa della Cultura. La bella forma della facciata continua nel cortile porticato, le scale per diversi piani e in alcuni muri di clausura. La biblioteca, Local Museum, la stazione radio comunale, le camere sala mostre e diversi multiuso occupano le loro unità. Alla periferia della città si trovano alcune chiese parrocchiali: L'Incarnazione, Sant Joan o Sants capo. Dalla prima, ex convento dei Cappuccini, mette in evidenza, con la sua struttura barocca, una spettacolare pala d'altare in ceramica o via processionale che rappresenta la preghiera di Gesù nell'orto.

Nel tempio di Sant Joan Baptista interessato valutare tutte le loro sculture, Patroni Sants e tutte le finestre, in cui Antonia Mir ha brillantemente descritto la biografia di Ibn Hammad·Mansur, Zaida yZoraida (Bernard, Mary e Grace).

Vi suggeriamo finalmente terminato la visita salendo a bordo il suo veicolo a Mountain Salvador. Fin dalla sua spianata, costruito ai piedi del santuario del santo patrono della città di Mare de Deu Lluch (scultura realizzata in suggestiva 36 por A. Ballester), Si prenderà in considerazione la città come sede naturale per Rribera. In questo momento, crepuscolo riflessioni recente avvio abbronzato pinada Torre Santuario.

Algeria SIN PRISAS: PERCORSI MONUMENTALI

II.1.El Ponte di Ferro, Il Borgo di Santa Maria, Croce Copertina, Il Green River Bridge, La Ocean de Sant Bernat. Se così piace al visitatore può fare questo viaggio a piedi o in bicicletta. Il punto d'incontro è il Ponte di Ferro, abilitazione attraversare la strada Xuquer Alzira.

Questo lavoro di ingegneria, Ha progettato il primo decennio del XX secolo, ha sostituito l'accesso al Vila prima della demolizione del ponte gotica di Sant Gregori è stato da questo punto. Su linde, lungo, di 72 metri, rende il display più audace del tempo, perché la sua lunghezza supera svedese contemporanea, Cucchiaio, Gavarda e doppia arcata Albalat. Il fatto che è stato recentemente restaurato lunghi di buon auspicio futuri. Il placido scorre Xuquer, ma a volte trabocca nelle alluvioni autunnali. Attraversando il ponte abbiamo visitato il quartiere di Santa Maria. Contrassegnato con il numero 30 individuare la Cappella strada della Vergine Maria Crist, una scultura che richiamano alla mente la tradizione di Cristo Proprietà omonimo. Nel mese di luglio 1993 una dimensione pari dedizione è stato intronizzato nella chiesa di Santa Catalina.

Le piume di chilometri a Separan de la Creu coperto. Una tradizione locale dice che è stato costruito in cui si presume che sia morto così Jaume I a Valencia. O forse è solo essere una delle tante croci erette nel termine da parte dei coloni cristiani come una testimonianza della nuova fede. Unknown cronologia esatta, la sua forma gotico-mudéjar è stato mirabilmente conservato sulla scia del restauro di successo in 1961 da Francisco Pons Sorolla. La Cruz bifronte, su asta originale, mostra il crocifisso e S. Maria.

Siamo in grado di tornare a Alzira lungo la strada di campagna che parte dalla Croce. Questo ci porta a colmare riu Verd (Rio Verde) o Riuet Eye. Come è possibile avventurarsi documentario concessione di costruzione Montsó Corti di 1553 presieduto da Carlo I, E 'noto anche con il nome del monarca. L'unico arco avente, gravemente colpite dalle inondazioni in corso, E 'stato restaurato qualche anno fa con semplicità ed economia di mezzi. Consolidato, E 'l'unico ponte che sopravvive dal periodo di locazione. Prima di tornare a Vila, seguendo il percorso della stazione verso Benimuslem, getterà un sentiero segnalato per l'etichetta successiva: “Santuari de Sant Bernat”. In questa zona del convento sorgeva Trinitaris. E 'in questo Ordine contenere i resti dei fratelli martiri. Nell'anno 1980 eremo funzionale è stata costruita. A pochi metri siamo in grado di individuare il punto in cui, secondo la tradizione della morte di Sant Bernat e le sue sorelle detenuti. Nell'anno 1956 è stato reintegrato il edículo conosciuta da allora come “Pileta de Sant Bernat”.

II.2.La Vila: Warhead Santa Maria, Walled Circuito.
Un testimone piccolo ricorda il sito della demolita chiesa gotica di Santa Maria riconquista. Jaume I, conquistatore di Alyazira, ha scelto questo tempio come un possibile eventuale tomba se era ora di morte di essere sull'isola. A poco a poco ho rovinato nel corso del XIX secolo, è stato raso al suolo nel 1936; è durato solo una torre che fu demolita nel 1957. Offriamo ai visitatori di intraprendere un giro del circuito murato che era Alyazirat. Camminando lungo il viale Luis Suñer scendere al parco da Arabia Saudita a contemplare una approssimazione di ciò che erano le difese fortificate dell'isola. La torre meglio conservata è di fronte alla Saludador crociera.

Proseguiamo lungo il viale dedicato a Alzireño Industrial, e poco prima di arrivare a Plaza del Reyno, sono i resti di un'altra sezione di parete, fortuitamente recuperato per demolire il vecchio mercato. Può un visitatore di queste mura e torri, indovinare e dedurre la potenza prodotta argini radice di sedimenti fluviali e intramurale, dalla crescita del Vila per costruire nuove abitazioni, dopo la demolizione della precedente. Prima di svoltare a sinistra, mentre, di recuperare la memoria del complesso verso il basso la strada da Faustino Blasco, Possiamo vedere il Labrador monumento. Abbiamo murato itinerario di crociera intorno a Faustino Blasco, Santa Teresa e Round Alzira. Si alternano la lunghezza di queste case ripristinato correttamente altro “disparato” urbano.

Volveremos le encontrarnos, alla fine della corsa, con Xuquer e il ponte di ferro. Proponiamo ora, se il tempo, che “perdere” le strade e le piazze del Vila. Questo nonostante il deterioramento, conserva ancora il fascino di nuclei medievali.

II.3.La Casa Consistorial. Iglesia se Santa Catalina.
Queste due caratteristiche rendono, casi confrontados, i migliori monumenti di Vila.

Ospitiamo il nostro programma di visitare la sala liturgica e amministrativa Chiesa e fornirci, per documentare la visita, di ristampe pubblicate in “Algezira”(“Il municipio e le sue opere d'arte”, numero 2 e il numero di 3), in cui le vicende delle proprietà sono raccolti e apprezzati come interesse storico. Per quanto riguarda la Sala, offrire al visitatore di seguire queste linee guida: La contemplazione di stili artistici, tra cui la scricchiolava Noble, Suffragio dai luoghi e Casassus. Valutazione spazio hall, patio e scale al primo piano. Visita il Salone Nobile e l'ufficio del sindaco per ammirare le sculture e dipinti. Accesso ai file. Dipinti sala.

Suggerisci bypassando la Chiesa di Santa Caterina (Campana Alley, Piazze Carbo e Suffragio, Sang Street e Piazza della Costituzione) ad apprezzare il vecchio lavoro (abside, coro, nave tra i pilastri e il campanile) ed espansione eseguita in 1782 dal vecchio cimitero. Una volta dentro, spazi che contengono l'altare neo-barocco Sant Bernat, la cappella, cappelle tra contrafforti e la cupola su capesante. Di fronte alla facciata barocca interessante si trova il monumento alla Costituzione, e dintorni, Modernista-storicistiche alcune proprietà più eccellenti di Alzira.

II.4.Los casilicios Ponte Sant Bernat. Il Alzireño Circle. Scuole Pie Casa della Cultura. Templi e Oratori.
Assimilato la lettura delle informazioni di base incluse in “Alzira in un giorno”, dobbiamo ricordare ai viaggiatori che alcune zone rispondono ad una pianificazione specifica. La Gallura e la Casa della Cultura sono aperti praticamente tutto il giorno, mentre i siti religiosi sono accessibili ad intervalli prima e dopo le preghiere e liturgie. Inceneriti Anno 1936 el patrimonio sacro, è attualmente limitata a dipinti e sculture di qualità variabile, e servire Piazza processionali, Immagini datori di lavoro (Bernardo e sorelle e la Vergine Lluch), titolari o templi invocazioni proprio quartiere.

Architettonicamente, se si esclude l'incarnazione, monastero disentailed che ospita l'Ospedale civico e Tempio, il resto erano contruidos negli ultimi decenni: San Giovanni Battista (estetica storica. 1948-1955), Santi Patroni (complesso rimodellamento. 1966) Madonna di Lluch (trace funzionale. 1966), Sagrada Familia (Semplice e chiaro. 1966). A indiscutibile valore sentimentale di santuari dedicati alla Verge Mary Crist e St. Judes Tadeu e il pragmatismo di oratori dei collegi della Sacra Famiglia (1964) Santi e Patroni (1976), è sovrapposto dalla novità di forme e oratori concezione spaziale scuola dell'Immacolata (1970) y Hogar Teresa Jornet (1963.1967).

ESCURSIONI LUNGO IL COMUNE

III.1.La Muntanyeta Salvador (Santuario della Mare de Deu del Lluch) y Muntanya Assolada (Villaggio dell'Età del Bronzo).
Placida risultato il visitatore a moderata salita collina del Salvatore. Fancy caricare la pendenza ed è più a suo agio in un veicolo circondare il nastro d'asfalto. Se si opta per la montagna verrà a spianata dalla monumentale Creu de Ferro, eretto il primo anno del XX secolo, e dove si vede sullo sfondo la facciata del Santuario mariano, costruito tra il 1924 e 1965 con il contributo di alzireños. Finalizzato Recentemente la decorazione interna e la torre sormontata da un pinnacolo metallico, mostrato nel suo camerino la bella iconografia di Santa Maria del Lluch, ispirato sgorbia ritagliandosi di Antonio Ballester Anno 1940. L'ampia veranda è stata fantastica occasione hanno usato come un eliporto su cui sbarcati in 1982, a seguito della riada-pantanada, S.S. Juan Pablo II y SS. MM. Re di Spagna D. Juan Carlos e la regina. Sofia. Per la parte posteriore del tempio un antico eremo dedicato a San Salvador inicilmente e poi a Santa Maria del Lluch rosa. In 1995, la città ha recuperato nei giardini di Plaza de la Generalitat busto in bronzo illustre scrittore Vicente Blasco Ibanez, scolpito nella pietra 1935 por Victor-Hino. Questo monumento attesta al precedente, modellato in bronzo di Enric Alzireño Castera Masia Anno 1933 e recupera la maggior parte delle pietre che formano la base del sito dedicato a Giacomo I in Piazza Sant Judes Tadeu. La memoria dell'autore è quindi immortalato nel recupero 1901, nel suo romanzo “Tra arancione”, vita di provincia e rurale della città lungo il fiume.
Se Muntanyeta Salvatore è la veranda per godere di un bellissimo panorama sulle rive del Xuquer, veicolo si potrebbe accedere al poggio unico di urbanizzazione Sant Bernat-La Murta ad apprezzare, dovrebbero essere interessati all'archeologia, l'insediamento dell'età del Bronzo di Muntanya Assolada. Questo sito, modélicamente scavato dal 1978, è fornire agli studenti la documentazione preziosa per quanto riguarda un insediamento dell'età del bronzo Valencia (1700 in corrente alternata). In corso di scavo-consolidamento, E 'severamente vietato a vagare intorno al sito, ma dall'ambiente circostante possono contemplare la vista straordinaria della Sierra de Corbera con Tallat Roig, Pla del Vall Xuquer e la Murta.

III.2. Tre Valli: Living Waters, La Casella, La Murta. Il Monastero di Jeronimos.
Mentre la città di Alzira, a causa di catastrofi naturali e politica di pianificazione discutibile, manca di interesse, al contrario, l'ambiente naturale, pur avendo subito vari attacchi di carattere ambientale, mantiene un fascino unico con uno splendore che si manifesta in voi tre Valls. Iniziamo il tour delle acque vive che collega la regione di Ribera Alta e la Safor da Valldigna dove si può visitare il monastero cistercense che era.

Di là, ascendente taglio corrente, abbiamo lasciato i contrafforti della de les Agulles mano destra Serra e la mole imponente del vecchio monastero agostiniano Living Waters. Lasciandosi alle spalle il vecchio borgo L'attraversamento Estret, e prima di accedere Alzira superato la fabbrica di gelati, Muntanyeta saranno confine di El Salvador e si accede alla Vall de la Casella. Anche se la deforestazione causata dal recente incendio, è attraente al suo terreno accidentato e la bontà della foresta sotto; dopo il ripristino delle forze nel ristorante può essere visto in un grande recintato alcuni cervi. Il terzo della valle, quello della Murta, circa sette chilometri da Alzira, arrivano da vari punti. Il percorso più spettacolare è il forte calo da Respirall; altre forme di viaggio;, superare la Alquerieta, Prendere a destra e proseguire dritto o costeggiando il cimitero. In azienda agricola forestale, al centro del quale le romantiche rovine di Santa Maria si trovano. Un interesse botanico, fortemente colpiti da un incendio e sfortunato, dovrebbe aggiungere un reperto archeologico, rappresentata dalle rovine del monastero Jeronimo e abitazioni primitive di eremiti. Hai apogeo nel XVI secolo, rimane ancora, anche se in rovina, parte della campata della navata e la torre colombaia. La secolarizzazione rovina seminato. Nell'anno 1990 è stata acquisita dal Comune di Alzira e dopo anni di abbandono, consolidamento sorto dalle rovine. Come un climax di ispirare i passanti a prendere, emulando i bisognosi in cerca di carità monastica, l'itinerario che collega le tre valli. L'azienda fornirà un tour esperto alpinista di questo percorso interessante che va sotto il nome di poveri Pas. Si partirà dal villaggio di Aguas Vivas e attraversare la Serra de les Agulles a catena che si trova tra il 368 e 480 metri, scendere alla Casella e raggiungere la Murta superando Pas Poor. Posso garantire che chi ha salvato passeggiata nelle retine e polmoni la cosa migliore della città.

III.3.Senderismo in Alzira.

Qui vi presentiamo i vari percorsi di trekking che possono essere eseguite. I tempi sono calcolati in base alle possibilità di un escursionista medio, e può essere coperto con un minimo di preparazione fisica.

[Da La Murta][Da La Casella][Da Vilella e materna]

Da La Murta

La valle Murta si trova nella Ribera, nella Serra de Corbera, tra le montagne del Cavall Bernat e Murta. Per i reperti archeologici rinvenuti nel Muntanya Assolada e numerose grotte, sa che fu abitata fin dalla preistoria. Monaci Los Jeronimos fondarono un monastero importante della valle, i cui resti servirà come punto di partenza per itinerari che vi presentiamo in questa guida. Anche, Occorre aggiungere che il Murta è una caratteristica di questa pianta posto ed è attualmente protetto.

Da La Casella

La valle di La Casella si trova nella Sierra de Corbera,tra le montagne di Les Agulles, La Murta e Cavall Bernat. I movimenti orogenici fatti, migliaia di anni fa, i materiali calcari dolomitici e integrando acquisito queste montagne spettacolari e capriccioso, come ad esempio i picchi di Les Agulles, Croce, Il Ratlla o morfologia carsica Pla Barber.

Da Vilella e materna

Voci di Vilella e materna, come tanti della Shore, sono state abitate fin dall'antichità. I sentieri e le strade attraverso gli aranceti insieme vecchi frutteti, molti dei quali sono stati costruiti dalla nobiltà terriera del secolo scorso, e sono un buon esempio di architettura e stile di vita tradizionale nella nostra regione.

Alzira in un giorno | Alzira prisas figlio | Tour del termine

Per richiedere maggiori informazioni:
Assessorato alla Cultura e l'istruzione. Eccellere·HE Sala Alzira. Tel.: 962 400 450 (PBX)