Scopri la storia

Il comune Alzireño è stata abitata fin dalla preistoria. Siti archeologici mostrano numerose abitazioni. Paleolitico sono ” Case Xixerá” e ” Alfonso Cave”; Neolitico ” La Grotta dei Ragni”; e ” La Grotta dei Gatti” (Vasi Beaker entrambi con interessanti); Età del Bronzo ” Monte colpito” e “Case Moncada”; di epoca romana ” Lo scarico di San Bernardo” e la “Necropoli percorso Albalat”.

lamurtaLe origini di Alzira sono, tuttavia, indeterminato. Gli storici e gli studiosi hanno espresso il loro parere in modo non uniforme. Per alcuni, la città è il successore del iberica Sucro; altra influenza è nettamente Fondazione musulmano. La verità è che il nome riflette chiaramente le circostanze geografiche del vecchio villaggio; un nucleo di città murata, circondata dalle acque dei fiumi e dei Barxeta Xuquer.

Durante il dominio musulmano, Alzira era una grande popolazione è tale che crebbe fino a possedere dell'Interno. Con gli Almoravidi, messa a fuoco è stata descritta in diverse ribellioni contro i cristiani, e con l'intento di unificare almohade, Ha continuato a dichiarare a favore di questi. Molte cascine erano sparsi per il territorio Alzireño. La città ha un sacco di porte, come la Porta Reale, La Trinità, quello degli ebrei; e stabilimenti balneari, Moschee, Molinos ecc. Jaime ho preso per i cristiani, incorporando la civiltà occidentale, la 30 Dicembre 1242.

jaumeIl re aragonese, Mi sentivo una speciale predilezione per la villa, ha concesso numerosi privilegi, tra che ha evidenziato la cernia e misto impero, competente per cause civili e penali 42 persone, e gli ha dato la Acequia Real Property.

In relazione al regno di Giacomo I sono le fondamenta dei monasteri Living Waters (1268), San Agustín (1270) y Sta. Maria Maddalena (1273), e la costruzione, probabilmente più moschee, Chiese di Santa Maria e Santa Catalina.

Il re Alfonso I concedo la villa, la 29 Aprile 1286, tiene fiera dal giorno di San Lorenzo fino a fine agosto. Durante il periodo legale Alzira ha preso parte attiva alla guerra dell'Unione, partecipato come villa reale nei tribunali del regno e ha svolto un ruolo di primo piano nel compromesso di Caspe.

In 1501 Re Ferdinando II ordinò che lo spettacolo sia spostato da 15 MAGGIO A 15 Giugno, basandosi sul fatto che nel mese di maggio è stato scambiato sete e frutti.

Aveva monastero di Jeronimos a Alzira (Santa Maria della Murta, 1401), las Agustinas (Di Santa Lucia, 1536), Francescano (Di Santa Barbara, 1539), Trinitari (San Bernardo, 1558), Cappuccino (Incarnazione 1614), ecc.

vasoLa crisi dei secoli XVI e XVII era evidente nella villa. Un generale recessione economica altri fattori che hanno inciso direttamente uniti e hanno contribuito a peggiorare ulteriormente la situazione. Da un lato, la segregazione Carcagente, Alzira Reducio Guadassuar e capacità economica; altro, la cacciata dei Mori, con note e gravi sequele.

Durante la guerra di successione, la città è stata dichiarata a favore dell'arciduca Carlo e divenne sfilata. E 'stato il sito per qualche tempo dal Consiglio di Valencia. Vincitore Filippo V di Borbone, abolito le carte e privilegi municipali.

platIn 1820 il distretto giudiziario di Alzira è stato creato, che durò fino al 1823, che è stato eretto nel Governatorato, si rese conto 42 città e durò fino al 1837, è stato nuovamente restaurato il distretto giudiziario. Entro la metà del secolo, cioè 9 Aprile 1853, Continua a leggere la ferrovia a Alzira. La 8 Agosto 1876, Alfonso XII, in considerazione dell'importanza, per l'aumento della popolazione e lo sviluppo dell'industria e del commercio, Avevo ottenuto la villa, gli concesse il titolo di Città. In 1885 Alzira famoso medico Jaime Ferran è stato dato al vaccino colera esperti.

Tra i figli illustri di Alzira includere poeti Ibn Jafadja, Ibn al-Zaqqaq e Ibn Tomlus; eclesiásticos loro Vich e Joan Martí Gilabert; Scrittori loro Gascó Siurana, Joaquim e Josep Francesc Palanca Casassus; Maestro di Alzira, Pittore rinascimentale della scuola di Valencia e pittore, Teodoro Andreu, discepolo di Joaquín Sorolla.

Archivi comunali.


codexArchivi comunali di Alzira è il più importante patrimonio culturale della nostra città. Situato al quarto piano del Municipio è un luogo di incontro per i ricercatori per interrogare e il tuo lavoro prezioso sfondo, una conoscenza fondamentale e comprensione dell'evoluzione e dello sviluppo della nostra città e in altre città nel tesoro della contea. Tra i documenti salvati includere il numero di pergamene del ministero degli Affari Esteri, raccolta di “Libri degli atti di giurie e Concell”, repertorio di protocolli notarili, Registri del Canale Reale, così come alcuni codici speciali, tra cui i privilegi elencati meritano la villa, Ordinanze comunali e, soprabito, la “Privilegi arancione di lavoro su Valencia”. Catalogato e inventariato su e Roque tra gli altri Chabas, Pelufo Vicente e José María Parra, E 'diposición di ogni cittadino e straniero che vuole scavare nel passato antico e recente, e consultare i record, newsletter, ecc. Dagli archivi di microfilm di documenti antichi è guidato, stampa e informazioni grafiche vengono recuperati e scritti, la ricerca è incoraggiato, offrendo borse di studio, e la storia del nostro popolo viene segnalato attraverso la rivista storico studio quartiere “Al-Gezira”. Una recente aggiunta alla assistente background libreria “Atterrato – Giner” costituito da circa un migliaio di volumi, più storica, geografica e linguistica.